Il sale, prezioso alleato contro l’invecchiamento - Omnia Salt
22181
post-template-default,single,single-post,postid-22181,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.7,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
il sale contro l'invecchiamento

Il sale, prezioso alleato contro l’invecchiamento

Il sale è considerato uno tra gli alimenti più preziosi che abbiamo in natura ma sono ancora molte le persone che trascurano i suoi reali benefici e la sua esatta modalità di assunzione. Anzi, i più “salutisti” lo stanno eliminando progressivamente dalla loro alimentazione convinti che si tratti di un elemento dannoso per l’organismo, preferendo di gran lunga le spezie. Purtroppo, non tutti sanno che il sale, a differenza di tante altre sostanze, è l’unico alimento che combatte positivamente i radicali liberi.

Non a caso, già in antichità, il sale era conosciuto come “oro bianco”, grazie alle sue proprietà nutritive e al suo enorme valore, al pari con l’oro.

Un elisir che fa bene all’organismo

E’ opportuno fare un po’ di chiarezza e informare il pubblico con indicazioni corrette.

Per prima cosa bisogna dire che ci sono sali e sali. Quello buono per noi è il sale integrale “naturale”, che dovrebbe contenere oltre 80 elementi terapeutici per il nostro metabolismo. Quindi, eliminate il classico sale da cucina e quello raffinato perché sono deleteri e rovinano la nostra salute. Infatti, questi non sono altro che sali marini sbiancati e trattati chimicamente, pieni di sostanze tossiche e senza alcun valore rivitalizzante.

Un altro tipo di sale buono è il “fiore del sale”, energizzante, ottima fonte di iodio e magnesio, non trattato con additivi in quanto si genera in maniera del tutto naturale sottoforma di cristalli nelle giornate calde e soleggiate. Si tratta di una vera e propria medicina in grado di prevenire e curare molte patologie e disturbi gravi.

Una medicina naturale sconosciuta ai molti

Oltre a mettere in risalto i vantaggi del sale, bisogna anche capire come usarlo o come assumere le giuste dosi.

Il consiglio è quello di versare un cucchiaino di sale in un bicchiere di acqua tiepida prima di andare a letto per un mese. In questo modo, si rinforzano le difese immunitarie  e si avrà una digestione più facile. Se desiderate avere denti più sani e senza carie, allora fate dei risciacqui con la stessa “tecnica idrosalina”, così da compromettere la proliferazione dei batteri e l’infiammazione alle gengive. Inoltre, si rivela un toccasana anche per chi soffre di alitosi e disturbi alla gola.

Anche la nostra pelle può beneficiare degli “effetti miracolosi” del sale che aiuta a contrastare l’invecchiamento cutaneo. Un consiglio? Riempite con acqua bollente una vasca da bagno e aggiungete un chilo e mezzo di sale fino al completo scioglimento e, alla fine, immergetevi. Noterete con gran stupore che la maggior parte dei disturbi come acne, punture di insetto, irritazioni, gonfiori, mal di schiena e contratture si ridurranno fino a scomparire.

Considerando quanto sopra detto, è giunta l’ora di cambiare le proprie abitudini portando in tavola un sale integrale naturale in quanto più facile da digerire per il nostro organismo e, soprattutto, più ricco di oligoelementi necessari per il corretto svolgimento delle funzioni fisiologiche del nostro corpo.

No Comments

Post a Comment